Il primo essere umano era … un pesce!

 

Una delle discussioni più caratteristiche sull’evoluzione e una delle maggiori incertezze sollevate dai negazionisti ruota intorno all’esistenza o meno del “primo essere umano” e del momento in cui è apparso?

Chi era?

Come sopravvisse e procreò?

Ma, oh, non c’era mai veramente un “primo essere umano”. L’evoluzione non funziona così, i cambiamenti non avvengono da un giorno all’altro, ma molto lentamente, con microtrasformazioni appena impercettibili che, a poco a poco, configurano nuovi scenari biologici.

Questo è ciò che il biologo viene a dirci. , lo scrittore e blogger Joe Hanson in questo video divertente dal titolo “Non c’era un primo umano”, in cui riecheggia le argomentazioni di Richard Dawkins sull’argomento, e che sono sintetizzate in questo citazione:

“Non puoi mai individuare il momento esatto in cui una specie è nata, perché non è mai successo, eri un bambino prima e ora sei più vecchio, ma non c’era un giorno specifico quando andavi a letto giovane e Ti sei svegliato di più … L’evoluzione si sviluppa come un film, con fotogrammi in movimento, sia rapidamente che gradualmente, e molte volte non possiamo vedere il cambiamento mentre si verifica, ogni volta che incontriamo un fossile, è un’istantanea nel tempo, spesso con migliaia di fotogrammi persi in mezzo, e siamo costretti a ricostruire l’intero film. La vita è ciò che accade tra quelle istantanee. “

Dawnkins raccolse questa idea nel suo libro del 2011″ La magia della realtà: come sappiamo che cosa è veramente vero “(” La magia della realtà: come sappiamo cosa è veramente vero ‘), un lavoro informativo rivolto ai bambini, con spiegazioni grafiche come questa (in traduzione tratta da Scientific Disclosure):

“Se mettiamo una fotografia di noi stessi seguita da una fotografia di nostro padre o madre, e poi la fotografia di suo padre o sua madre e così via fino a molte generazioni fa, diciamo 180 milioni di generazioni, a un certo punto troveremmo l’immagine di un Homo sapiens e, se fossimo ancora più indietro, vedremmo l’immagine di un Homo erectus. Possiamo porre diverse domande a riguardo, anche se la più interessante è: qual è il primo essere umano – come lo conosciamo oggi? Dawkins dà una risposta: non c’è mai stato un primo “uomo” Come sapere? Bene, se rivediamo le serie fotografiche da noi indietro e indietro nel tempo (equivalenti a 185 milioni di generazioni) vedremo che la prima fotografia non corrisponde a un “uomo”, corrisponde incredibilmente a un pesce “.

Altrimenti , ma anche con un grande senso dell’umorismo e, naturalmente, una vasta conoscenza scientifica, è stato illustrato da Javier Sampedro in “El País” già nel 2005, in un articolo intitolato “Chi fu il primo umano?”:

“La La storia raccontata dai fossili non è “uno di quei film francesi in cui cresce l’erba”, nell’espressione di Woody Allen. L’evoluzione umana è un thriller con un finale improvviso e sorprendente. La nostra anatomia apparve in Africa circa 200.000 anni fa, e anche allora era pienamente riconoscibile: un cervello di dimensioni attuali e con evidenti segni di ipertrofia nei lobi frontali, dove risiedono le alte funzioni mentali che ci distinguono (a volte) dalle altre bestie del pianeta. Ha senso, quindi, chiedere chi è stato il primo essere umano? “

Se vuoi vedere lo stesso Dawkins in azione spiegando personalmente il suo punto di vista nell’ambito del New Yorker Festival 2011, ecco questo altro video:

Le prime donne fotoreporter della storia

” Automaticamente mi hanno detto: ‘Baby, sai dove arriva?’. E io: “Sì, voglio essere un fotografo della stampa”. “Piccola, questo è un lavoro da uomo, eh!” E qui finisce il dialogo. “

Queste parole di Joana Biarnés, considerata la prima fotoreporter spagnola, illustrano chiaramente lo scenario che hanno affrontato le prime donne che hanno cercato di accedere al mondo del giornalismo grafico, un territorio, quasi Tutto sul posto di lavoro, dominato dagli uomini e dalla sua visione maschile della realtà.

Joana iniziò la sua carriera negli anni sessanta del secolo scorso, con i rigori di una Spagna quasi medievale e la dittatura di Franco come difficoltà aggiunte, ma il La storia dell’incorporazione delle donne nel fotogiornalismo risale a molto tempo, praticamente dall’inizio di questa professione alla fine del diciannovesimo secolo. Questo post è un piccolo omaggio a quei pionieri che non hanno esitato ad affrontare pregiudizi, conflitti personali, rifiuto professionale e rischi della professione stessa di aprire un importante percorso di progresso e uguaglianza nella stampa contemporanea.

la rifinitura che è stata la prima fotografa della stampa nella storia e in quale momento ha pubblicato la sua prima immagine è un compito complesso, dovuto tra gli altri fattori alle circostanze stesse che circondavano gli annali dell’integrazione della fotografia nella stampa – che vedremo quindi – e dall’irruzione quasi simultanea di diversi giornalisti grafici in diverse aree del pianeta.

 Suffragette nel 1909, di Christina Broom
‘Suffragettes nel 1909’, di Christina Broom

In alcuni documenti pubblicati in i media e il Web citano solitamente due nomi come candidati per un tale onore. Quello della British Christina Broom e quello dell’India Homai Vyarawalla. Broom ha iniziato a scattare foto nel primo decennio del 20 ° secolo, anche se i suoi contributi alla stampa sono documentati dal 1920. Vyarawalla, nel frattempo, ha iniziato la sua carriera nel 1930. Quindi sembra che, almeno se ci concentriamo su questi due donne, Broom dovrebbe essere la distinzione di pioniere del fotogiornalismo femminile.

 I bambini con i sacchi di sacco, di Jessie Tarbox Beals
“I bambini con i sacchi di sacco”, di Jessie Tarbox Beals

Tuttavia, la cosa non è È così chiaro L’americana Jessie Tarbox Beals era una fotografa dello staff in pubblicazioni come “Buffalo Inquirer” e “Courier” nel 1901. La sua compatriota Alice Rohe era un editore fin dal 1890 e, come sottolinea la Library of Congress nella sua biografia “Era un giornalista in un’epoca in cui gli editori spesso creavano le loro fotografie per illustrare i loro testi.”

Lo stesso si può dire, solo negli Stati Uniti, di donne come Zaida Ben-Yusuf (1869-1933), le sorelle Gerhard, Frances Benjamin Johnston (1864-1952) o Gertrude Käsebier (1852-1934).

 Homai Vyarawalla, in una sessione fotografica di Indira Gandhi
Homai Vyarawalla, in una sessione fotografica di Indira Gandhi

Alcuni perché erano fotografi indipendenti – giornalisti o studiosi – ai quali i giornali acquistavano immagini e altri, come abbiamo visto, perché erano giornalisti che facevano le proprie foto, il fatto è che sarebbe totalmente ingiusto – e le paure Raro, almeno per lo scopo di questo articolo – prova a mettere un nome e un cognome unici alla genesi della fotografia femminile.

 Bambini bianchi, di Frances Benjamin Johnston
“Bambini bianchi”, di Frances Benjamin Johnston

Ciò che possiamo fare, e penso che sia molto più interessante offrire una visione più reale dell’intero processo, è di salvare per la memoria contemporanea il numero massimo di protagonisti di quella battaglia per l’integrazione delle donne in fotogiornalismo. Una visione collettiva, solidale e arricchente di questo difficile ma entusiasmante processo che, come in tanti altri campi professionali, è ancora lontano dall’essere completato.

Questi sono, paese per paese e organizzati cronologicamente, le prime donne fotoreporter del storia – in termini assoluti e in termini relativi in ​​alcune nazioni o regioni in particolare – che ho potuto documentare per la realizzazione di questo post. La differenza nella cronologia reciproca mette in evidenza, forse, l’entità degli ostacoli all’accesso a questa professione in ciascuna delle rispettive società:

Da sinistra a destra e dall’alto in basso: [19659004] USA:

Regno Unito: Christina Broom (1862-1939)

Palestina: Karimeh Abbud (1896-1955)

] Turchia: Semiha Es (1912-2012)

India: Homai Vyarawalla (1913-2012)

Giappone: Tsuneko Sasamoto (1914)

Spagna: Joana Biarnés (1935)

Nicaragua: Margarita Montealegre

Pakistan: Saadia Sehar

* Argentina: ] Sara Facio (1932) [ * aportada por Florencia Vizzi en los comentarios]

Per il loro spirito pioneristico, per le loro pietre miliari o per il loro status di icone, nomi come quelli di Margaret Bourke-White, Ger da Taro, Ruth Robertson, Eve Arnold o Consuelo Kanaga, tra molti altri.

In questo senso, qualsiasi contributo che possa arricchire il contenuto del post e la visione generale di quei primi ‘guerrieri’ del fotogiornalismo, saranno accolti e incorporati.

Ognuno di loro ha una grande storia dietro di loro. Quindi ti consiglio di cliccare sui link e sapere qualcosa in più sul suo lavoro e sulla sua biografia. L’ho trovato affascinante

Vi lascio, come esempio e per concludere, tramite Verkami, questo eccellente documentario sulla vita e l’opera di Joana Biarnés, che include la testimonianza con cui abbiamo aperto il post: [19659004]

Tempesta solare sopra l’Islanda time-lapse

Le riprese di aurore in Islanda sono sempre un’esperienza affascinante, ma sbattere contro il centro della produzione con gli effetti sull’atmosfera di un brillamento solare di classe X con espulsione di massa coronale devono superare il delirio.

Questo è esattamente quello che è successo mentre registrava la bellezza e la forza della natura in questo gelido paradiso a sud del circolo polare artico tra febbraio e marzo di questo 2014, periodo in cui che in effetti c’era un’intensa attività al sole:

“Le aurore risultanti erano uno spettacolo difficile da credere, anche di persona e viste con i miei occhi.”

Il video, prodotto in formato time-lapse, è perfettamente strutturato secondo lo schema classico di introduzione-nodo-desenlance, con alcuni primi fotogrammi in cui il protagonista è il ghiaccio, per continuare ad aumentare il ritmo fino a terminare nell’apoteosi di la tempesta solare e le spettacolari aurore boreali. L’ultima sezione, anch’essa di grande bellezza, segna la discesa in chiave di rilassamento.

Il risultato, ‘Eye of the storm 4K’, un video davvero formidabile di 5.000 fotogrammi, con una colonna sonora -‘L’occhio della tempesta ‘(Shaun Diaz) – perfettamente adattato che contribuisce ad accentuare i diversi processi a cui è esposto l’umore dello spettatore.

L’apparecchio di registrazione consisteva di fotocamere Canon EOS 1-DC e 5D Markk III, con controllo di movimento basato su componenti Kessler Crane: Cinedrive, Shuttlepod Mini, Turntable e Oracle.

Un’altra piccola gemma del genere, lunga circa 5 minuti, per godere a pieno schermo e tutti … un livello adeguato di auricolare

L’amore nei tempi del social network

Non sono molto propenso a limitare le voci di questo blog alle immagini senza commenti, ma in questo caso vale il doppio del detto di ‘un’immagine vale più di mille parole: questa è la visione del popolare artista urbano Bansky sull’amore 2.0, l’amore ai tempi di Twitter, Facebook, tablet e smartphone, Web 2.0, social network,

. modo di guardarlo, provocatorio e pronto per la polemica, che è appena appeso alla sua pagina ufficiale dopo un periodo di silenzio, come una sorta di critica alla “dipendenza” o all’onnipresenza dei social network nelle nostre vite.

Sì vuoi maggiori informazioni, puoi visitare El Asombrario & Co. I, ora ti lascio con l’immagine e due domande: vivi anche relazioni in questa era digitale? Sei d’accordo con questa visione delle reti o pensi che sia esagerata? ? Da quello che ho visto, ci sono opinioni per tutti i gusti.

Fedine fidanzamento negozi online

Anelli di fidanzamento

 
Cerchi un anello di fidanzamento? acquistalo online e fai realizzare il suo … prezzo dei nostri anelli è imbattibile in quanto grazie alla vendita online non ci sono …

Fedi e fedine delle migliori marche in vendita online. Catalogo online …

Fedi e fedine delle migliori marche su GioiaPura! Fedi per matrimonio o fidanzamento a un prezzo scontato!

Gioielli oro e diamanti – anelli di fidanzamento – fedi nuziali

 
La Gioielleria on-line Edenly è una gioielleria-oreficeria che produce gioielli in oro e diamanti. Specialista in anelli di fidanzamento e fedi nuziali, Edenly crea …

Anello di fidanzamento – Anelli di fidanzamento Online su ShopAlike.it

https://www.shopalike.it › Gioielli & Bigiotteria › Anelli
Confronta prezzi e modelli di Anelli di fidanzamento – Scopri le moltissime offerte e acquista da uno dei nostri negozi partner!

Fedine Fidanzamento in Oro o Argento – Shop Online Prezzi Scontati …

Acquista ora le fedine da fidanzamento da un’ampia collezione in oro bianco, giallo, rosa o in argento a prezzi scontati su GioielleriaLucchese.it!

Il negozio online di eMotiKO – Gioielleria giovane (es. fedi per …

26 ago 2010 – Il negozio online di eMotiKO – Gioielleria giovane (es. fedi per fidanzamento e nuziali). | Stampa |. Dettagli: Creato Giovedì, 26 Agosto 2010 08: …

Acquista gli anelli di fidanzamento on line | anelli di fidanzamento …

Stai cercando degli anelli di fidanzamento? RenéSim offre un’esclusiva gamma di anelli di fidanzamento Prêt-à-Porter. In alternativa, puoi realizzare dei …

Damiani Gioielli – Boutique Online

Scopri il prezioso mondo della gioielleria Damiani: anelli di fidanzamento, fedi e solitari, articoli di lusso. Spedizione Assicurata Gratuita.

Amazon.it: fedine fidanzamento

 
Flongo Gioielli 2 Anelli Coppia Set, Anelli Fidanzamento, Completo un cuore per lui & lei, Amanti Amore Cuore “Real Love”, Acciaio Inossidabile, Oro Nero …

Morellato: gioielli ed orologi disponibili sullo shop online. Entra subito nel mondo Morellato ed acquista in tutta sicurezza.

Acquista fedi nuziali

 
GLAMIRA.it è il negozio online specializzato in fedi nuziali, anelli di fidanzamento, anelli della promessa e set nuziali. Su GLAMIRA.it troverai anelli di elevata …

Acquista gioielli di diamanti

https://www.glamira.it/
GLAMIRA.it è il negozio di gioelleria online per i gioielli in oro, gioielli con diamante, collane, bracciali, orecchini, anelli di fidanzamento e fedi nuziali.

Anelli Morellato | Morellato Shop Online

 
Anelli Morellato, gioielli da vivere. Nello shop online troverai tutti i bellissimi anelli firmati Morellato. Entra ed acquista in tutta sicurezza.

diamanti e gioielli in oro, argento e acciaio – Vendita online

 
D’Amante è il negozio di gioielli online che ti offre anelli, collane, ciondoli, orecchini e bracciali, in oro, argento, … L’ANELLO DI FIDANZAMENTO PERFETTO.

Vendita Gioielli on line vendita anelli Diamanti anello Trilogy anello …

 
Vendita gioielli onlineVendita anelli diamanti,anello trilogy, anello solitario,prezzi fedi … brillanti,gioielli oro,gioielli uomo,prezzi gioielli,fedine fidanzamento.

Anelli – Vendita Anelli Solitari e Trilogy con diamanti

 
Prova l’emozionante ed unica esperienza di vedere dal vivo la lavorazione del tuo anello di fidanzamento..direttamente nel nostro antico laboratorio orafo di …

Anelli – Gioielli – Negozio Swarovski online

 
La straordinaria collezione di anelli Swarovski, rappresentata in prima linea dall’iconico anello Nirvana, disponibile in un’ampia gamma di scintillanti colori, …

gioielli, bracciali e anelli | Official Online Store

 
Ascolta la musica preferita di Dodo. LICENZA SIAE nr. 2094/I/1640 LICENZA SCF nr. 135/10. I nostri negozi · Condizioni d’uso · Privacy Policy · Mappa del sito.

Anelli di Fidanzamento, Anelli Solitario e Fedi | Tiffany & Co.

 
Esplora la nostra collezione di anelli di fidanzamento, anelli solitario e fedi su Tiffany & Co. Soprendi la persona piu’ speciale con un anello solitario con …
 

L’anello di fidanzamento – Momenti che lasciano il segno – Cerimonie

Privacy e Cookie Policy · Condizioni di vendita · Codice etico · Condizioni d’uso · Piattaforma ODR · Promozioni. CUSTOMER CARE. Spedizioni · Click&Collect …

Centralino telefonico

Il centralino telefonico, per tutte le aziende che hanno un certo flusso di telefonate in entrata ed uscita, è uno strumento molto importante ed indispensabile per organizzare al meglio la propria produttività. Grazie all’ uso di un centralino telefonico è infatti possibile gestire in modo molto intelligente le telefonate in ingresso, organizzandole in attesa o coda e smistandole poi ai vari interni in modo da ridurre i tempi di attesa agli utenti. In questo modo gli utenti evitano di trovare il classico segnale di occupato e possono essere deviati ad altri interni, evitando così di annoiarsi o di buttare giù la linea, riuscendo in ogni caso a parlare con un interlocutore. Continua la lettura di “Centralino telefonico”

10 tendenze moda primavera estate 2017

I 10 must have della moda di primavera.

La primavera arriva e porta nel mondo della moda toni forticome il cremisi e l’ecologico Greenery, anche quando nuances tenui si aggiungono a fantasie geometriche vivaci, per antagonismo color block e a nuove forme, sia negli abiti che negli degli accessori piccoli e grandi. Scopriamo le proposte di Franchi Elisabetta per la PE 2017. Continua la lettura di “10 tendenze moda primavera estate 2017”

Saldi 2017 a roma

Saldi a Roma inizia il countdown! Da giovedì vendite al ribasso

Per il 6 gennaio tanti i negozi e centri commerciali che resteranno aperti. Per sei settimane vendite sottocosto.

i saldi rappresentano un’opportunità per famiglie e commercianti, arrivando “in un momento di estrema difficoltà del settore abbigliamento e calzature possono rappresentare una occasione di recupero per l’impresa. Alla crisi dei consumi si sono aggiunte le difficoltà legate ai blocchi del traffico per i mezzi più inquinanti e alle targhe alterne che hanno aumentato il disagio per le attività delle nostre strade e dei nostri quartieri”. Continua la lettura di “Saldi 2017 a roma”

Saldi invernali 2017

Quando iniziano i saldi invernali?

Le festività natalizie sono quasi totalmente alle spalle e così anche il periodo riservato ai regali, sebbene l’Epifania rappresenti un appendice in cui, in molti casi, si potrà beneficiare dei fatidici saldi invernali 2017 che sono pronti a partire in varie città italiane. Sono, infatti, note le date a partire dalle quali sarà possibile accedere a vari prodotti potendo sfruttare in molti casi sconti sostanziosi sui precedenti prezzi al pubblico.

Il calendario è stato pubblicato regione per regione, e sono state rese note le date di avvio degli sconti. Continua la lettura di “Saldi invernali 2017”