Il primo essere umano era … un pesce!

 

Una delle discussioni più caratteristiche sull’evoluzione e una delle maggiori incertezze sollevate dai negazionisti ruota intorno all’esistenza o meno del “primo essere umano” e del momento in cui è apparso?

Chi era?

Come sopravvisse e procreò?

Ma, oh, non c’era mai veramente un “primo essere umano”. L’evoluzione non funziona così, i cambiamenti non avvengono da un giorno all’altro, ma molto lentamente, con microtrasformazioni appena impercettibili che, a poco a poco, configurano nuovi scenari biologici.

Questo è ciò che il biologo viene a dirci. , lo scrittore e blogger Joe Hanson in questo video divertente dal titolo “Non c’era un primo umano”, in cui riecheggia le argomentazioni di Richard Dawkins sull’argomento, e che sono sintetizzate in questo citazione:

“Non puoi mai individuare il momento esatto in cui una specie è nata, perché non è mai successo, eri un bambino prima e ora sei più vecchio, ma non c’era un giorno specifico quando andavi a letto giovane e Ti sei svegliato di più … L’evoluzione si sviluppa come un film, con fotogrammi in movimento, sia rapidamente che gradualmente, e molte volte non possiamo vedere il cambiamento mentre si verifica, ogni volta che incontriamo un fossile, è un’istantanea nel tempo, spesso con migliaia di fotogrammi persi in mezzo, e siamo costretti a ricostruire l’intero film. La vita è ciò che accade tra quelle istantanee. “

Dawnkins raccolse questa idea nel suo libro del 2011″ La magia della realtà: come sappiamo che cosa è veramente vero “(” La magia della realtà: come sappiamo cosa è veramente vero ‘), un lavoro informativo rivolto ai bambini, con spiegazioni grafiche come questa (in traduzione tratta da Scientific Disclosure):

“Se mettiamo una fotografia di noi stessi seguita da una fotografia di nostro padre o madre, e poi la fotografia di suo padre o sua madre e così via fino a molte generazioni fa, diciamo 180 milioni di generazioni, a un certo punto troveremmo l’immagine di un Homo sapiens e, se fossimo ancora più indietro, vedremmo l’immagine di un Homo erectus. Possiamo porre diverse domande a riguardo, anche se la più interessante è: qual è il primo essere umano – come lo conosciamo oggi? Dawkins dà una risposta: non c’è mai stato un primo “uomo” Come sapere? Bene, se rivediamo le serie fotografiche da noi indietro e indietro nel tempo (equivalenti a 185 milioni di generazioni) vedremo che la prima fotografia non corrisponde a un “uomo”, corrisponde incredibilmente a un pesce “.

Altrimenti , ma anche con un grande senso dell’umorismo e, naturalmente, una vasta conoscenza scientifica, è stato illustrato da Javier Sampedro in “El País” già nel 2005, in un articolo intitolato “Chi fu il primo umano?”:

“La La storia raccontata dai fossili non è “uno di quei film francesi in cui cresce l’erba”, nell’espressione di Woody Allen. L’evoluzione umana è un thriller con un finale improvviso e sorprendente. La nostra anatomia apparve in Africa circa 200.000 anni fa, e anche allora era pienamente riconoscibile: un cervello di dimensioni attuali e con evidenti segni di ipertrofia nei lobi frontali, dove risiedono le alte funzioni mentali che ci distinguono (a volte) dalle altre bestie del pianeta. Ha senso, quindi, chiedere chi è stato il primo essere umano? “

Se vuoi vedere lo stesso Dawkins in azione spiegando personalmente il suo punto di vista nell’ambito del New Yorker Festival 2011, ecco questo altro video: