talenti welcome la proposta di legge per il controesodo di talenti

Talenti Welcome “Pacchetto Controesodo”

Onorevoli colleghi! – Attrarre talenti dall’estero e sostenere la formazione internazionale dei nostri giovani. Questi i due fondamentali obiettivi che, proseguendo ed ampliando la normativa già approvata nella scorsa legislatura, proponiamo all’esame del Parlamento.

Nel passato la ricchezza proveniva soprattutto dalla terra. Più suolo fertile da coltivare si aveva e più benessere si otteneva. Nel XXI secolo le economie che producono maggior sviluppo sono invece quelle che sanno investire sul capitale umano e renderlo produttivo. Le aree che, al contrario, meno sapranno coniugare opportunità per i giovani più qualificati e sviluppo rischiano di impoverirsi irreversibilmente, come un territorio che per incuria va verso la desertificazione.

La crescita della mobilità per studio e lavoro è, in particolare, del tutto coerente con i processi di sviluppo di questo secolo. La possibilità di viaggiare con tempi e costi contenuti si è enormemente ampliata, e con essa è cambiato anche l’atteggiamento delle nuove generazioni. I giovani sono sempre più globalizzati, più propensi ad interagire e confrontarsi con culture e realtà diverse ed hanno nel loro DNA la voglia di guardare ad un mondo più ampio rispetto al luogo di nascita. E’, inoltre, cresciuta la consapevolezza del fatto che la mobilità per studio e lavoro è in sé positiva, perché consente di arricchire le proprie esperienze, di ampliare la rete di relazioni, di stimolare il senso di autonomia, facendo crescere l’apertura mentale e la voglia di mettersi in gioco.

Muoversi senza confini va considerata quindi una scelta da sostenere e incoraggiare per il beneficio che produce sui singoli, potenziandone capacità e competenze. Tutto ciò ha ricadute positive anche per il luogo di origine se chi parte poi ritorna o se a fronte dei molti talenti che restano fuori altrettanti ne vengono attratti dall’estero.  In caso contrario si ottiene per il luogo di partenza un impoverimento netto di capitale umano.
I paesi più dinamici e competitivi considerano strategiche le politiche di attrazione di giovani di qualità e riconoscono come veri e propri investimenti tutte le opportunità ad essi fornite. Da anni è in atto una vera e propria competizione internazionale per l’accaparramento dei cervelli migliori. E’, infatti, in crescente aumento la domanda di studenti e lavoratori stranieri nelle economie più mature e avanzate per il contributo di rilievo che sono in grado di dare all’innovazione e alla crescita.

Autore dell'articolo: admin