ricordando giorgio gaber

Come possiamo leggere nella b iografia di Massimo Bernardini, Gaber “è uno che mentre gli altri sembrano fare

Con la pubblicazione degli altri sei articoli si conclude la “riflessione a più voci”, avviata nel precedente numero di Notes, sul messaggio di Benedetto XVI “Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione”, per la 46ª Giornata mondiale delle comunicazioni sociali, promossa dal Coordinamento delle associazioni per la comunicazione (Copercom).

A esprimersi in merito, questa volta, sono esponenti del cinema e della televisione, della carta stampata e dell’editoria, mondi in cui spesso si riscontra oggi una sovrabbondanza di parole che rischiano di frastornare la mente umana, mentre è necessario – come ribadisce il Papa – “creare un ambiente propizio, quasi una sorta di ‘ecosistema’ che sappia equilibrare silenzio, parola, immagini e suoni”.

Il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Cei e arcivescovo di Genova, durante l’omelia della celebrazione eucaristica per la 46ª Giornata mondiale delle comunicazioni sociali il 20 maggio scorso, ha affermato che “l’evangelizzazione è una forma di comunicazione, dove s’impara ad ascoltare prima ancora che a parlare, e dove si tratta di trovare sempre un nuovo equilibrio tra silenzio, parola, immagini, suoni” e ha invocato un’informazione di vero servizio alla comunità, ispirata all’amore di verità e rispettosa di tutti; un vero appello a non cedere alla “dittatura delle opinioni”.

Considerazioni queste che interpellano anche ogni educatore: nel difficile compito di educare le nuove generazioni, infatti, non si potrà non tener conto dei cambiamenti che i nuovi media stanno determinando a livello di partecipazione democratica alla vita sociale e civile del nostro Paese.

Questo numero si chiude con le notizie logistiche e le schede di adesione al Seminario nazionale Democratica… mente 2012, che si svolgerà a Firenze dal 29 giugno al 1 luglio 2012.

A ogni responsabile associativo e a tutti i soci è rivolto l’invito a partecipare all’interessante iniziativa, volta a individuare nuove forme di cittadinanza attiva, al fine, anche, di dialogare e interagire con identità “altre” in modo solidale e in vista del bene comune.

 

Autore dell'articolo: admin